martedì 1 giugno 2010

Fermo o sparo!


Sono appena stato oggetto dell'alcool test da parte della polizia stradale.

Percorrevo un viale a 3 corsie, un senso unico, per tornare a casa. Da lontano ho visto i segnali luminosi che di solito indicano i lavori in corso, ed ho dovuto rallentare e rinunciare così alla rincorsa che permette al mio potente mezzo di arrampicarmi sulle alture di Spring Hill senza procedere a passo d'uomo.

Arrivato in prossimità dei segnali mi sono accorto che erano opera della polizia.
2 vetture occupavano la corsia di sinistra, altre 2 erano parcheggiate lungo il bordo strada a destra e i coni di plastica creavano due strette corsie obbligatorie lungo le quali 10 agenti, 5 per corsia, fermavano 10 utenti alla volta.
Non c'era scampo.

Ogni agente aveva la macchinetta dentro cui soffiare per misurare il tasso alcolemico, ed ogni pochi secondi erano pronti per un nuova misurazione.
Il traffico era completamente bloccato e tutti gli utenti della strada presenti in quel momento hanno dovuto sottoporsi al test.

Sò che se vieni beccato ti sequestrano la patente immediatamente e sei costretto a lasciare la macchina lungo strada se non c'è nessuno con te che possa guidare. (poi ovviamente ci sono le multe)

Essendo stato però il primo in fila del mio "gruppo" di utenti, non ho potuto vedere se qualcuno è incappato nella trappola dei poliziotti.
E' anche vero che erano le 10:30 del mattino e che nonostante la fama degli australiani di esser beoni, era un pò difficile essere brilli a quell'ora.

L'agente mi ha augurato buona giornata e son ripartito senza preoccuparmi delle sventure altrui.
La rincorsa per la salita era ormai persa.

2 commenti:

Luca ha detto...

Se lo fanno in Inghilterra sai che spasso, pure alle 8 di mattina!!!

Ilaria ha detto...

uhmmm anche qui sono sicura che di gente ferma ce ne sarebbe parecchia, ma finirebbero in galera pero`! Ma la mia domanda e` un altra, era un modo veloce per recuperare un po` di soldi per il distretto di polizia???